Pure Storage presenta Pure Service Orchestrator: lo Storage-as-a-Service basato su Container

I clienti potranno utilizzare ambienti Container tra cui Kubernetes e Docker, con lo storage Enterprise All-Flash e l'agilità del cloud pubblico, On-premise

 

Milano, 3 luglio 2018 - Pure Storage (NYSE: PSTG), la piattaforma storage all-flash che supporta gli innovatori verso un futuro migliore attraverso i dati, annuncia la disponibilità di Pure Service Orchestrator, che fornisce Storage-as-a-Service basato su Container agli sviluppatori e operatori IT, supportandoli nell’implementazione di applicazioni di microservizi basate su container. Pure Service Orchestrator offre ai clienti uno storage autonomo e senza complicazioni in grado di gestire un’architettura data centrica con un'agilità simile a quella del cloud pubblico, supportata da velocità all-flash e affidabilità di livello Enterprise.

Con Pure Service Orchestrator, le aziende possono utilizzare ambienti container dinamici impiegando lo storage-as-a-service per applicazioni persistenti e containerizzate su infrastrutture di Shared Accelerated Storage. Ciò consente ai clienti di promuovere l'innovazione, e un time-to-market più rapido.

"L'integrazione di Pure con Docker funziona perfettamente, consentendo ai nostri sviluppatori di creare e distribuire con semplicità applicazioni persistenti basate su container. Pure Service Orchestrator porta tutto questo a un livello superiore grazie al modello "storage as a-service", che prevede il provisioning dello storage per container on-demand basato su policy", ha dichiarato Don Bauer, Lead DevOps Engineer, Franklin American Mortgage Company, "Il modello Shared Accelerated Storage, combinato con la semplicità per cui Pure è nota, sarà la chiave per scalare ambienti come il nostro, passando a una moderna architettura di applicazioni containerizzate".  

Pure Service Orchestrator consente un’integrazione con Docker, Kubernetes e non solo, per fornire un supporto storage persistente per gli ambienti containerizzati attraverso il plug-in di volume Docker e Kubernetes FlexDriver. Inoltre, Pure Service Orchestrator vanta un approccio di provisioning dello storage scalabile, intelligente ed automatizzato al fine di fornire un’esperienza del tutto simile al cloud, a cui gli sviluppatori sono abituati.

Si adatta elasticamente a più sistemi di storage e supporta ambienti containerizzati altamente fluidi che possono espandersi rapidamente a migliaia di contenitori.

Pure Service Orchestrator risolve questo problema, scala elasticamente lo storage su FlashArray, FlashBlade™ o su un mix di entrambi i sistemi, supporta file e blocchi e offre la flessibilità necessaria per avere configurazioni diverse per ogni sistema di storage che fa parte del servizio. Grazie alla facilità di espansione tramite un singolo comando, i clienti possono iniziare con uno storage di piccole dimensioni e scalarlo rapidamente, e senza soluzione di continuità, man mano che crescono le esigenze dei loro ambienti containerizzati.

"Le architetture applicative hanno iniziato ad evolversi da applicazioni monolitiche, di scale-up e virtualizzate ad applicazioni di scale-out e microservizi. Queste ultime sono tipicamente costruite su containers, ma la mancanza di un supporto di storage persistente per i contenitori stateful minaccia di rallentarne l'adozione", ha dichiarato Sandeep Singh, Senior Director of Solutions Marketing, Pure Storage. "I contenitori stateless possono essere avviati e arrestati in pochi secondi, mentre i container stateful hanno un ciclo di vita molto più lungo. Alcuni container richiedono blocchi, altri file. Gli sviluppatori sono il fulcro del business moderno e devono poter utilizzare lo Storage-as-a-Service per le applicazioni containerizzate. Con un’agilità simile al cloud e prestazioni di livello enterprise, Pure Service Orchestrator è stato progettato esattamente con questo scopo.".

Pure Service Orchestrator funziona come una torre di controllo della virtualizzazione che consente agli ambienti containerizzati di passare dal consumo di storage-as-a-device a quello di storage-as-a-service.

I benefici includono:

  • Provisioning intelligente: fornisce lo storage ai container on-demand in base a criteri di policy e prende decisioni ottimali per il provisioning valutando le prestazioni, la capacità e lo stato di salute dei sistemi di storage. A differenza di altre soluzioni, che richiedono parametri di configurazione complessi, la distribuzione dello storage ai containers con Pure Service Orchestrator è impeccabile. I clienti possono limitarsi semplicemente a specificare la dimensione della capacità desiderata.
  • Scalabilità elastica: scalabilità su più sistemi con un mix di file e blocchi in un unico servizio. I clienti possono ora sostenere fino a decine di migliaia di applicazioni che coprono l'intero parco di FlashArray e FlashBlade array. L'aggiunta di nuovi array di storage all'infrastruttura di shared storage esistente è semplice. Grazie alla facilità di espansione, tramite un singolo comando, i clienti possono iniziare con uno storage di piccole dimensioni e scalarlo rapidamente, e senza soluzione di continuità, man mano che crescono le esigenze dei loro ambienti containerizzati.
  • Recovery trasparente: Auto-riparazione per supportare servizi affidabili. La ri-provisioning automatica aiuta a proteggere i clienti da problemi quali guasti ai nodi e limiti delle prestazioni dell'array.

Grazie a Pure Service Orchestrator, i clienti sono in grado di estendere la propria infrastruttura shared oltre le applicazioni scale-up e virtualizzate esistenti per supportare applicazioni persistenti e containerizzate, all’interno dell’infrastruttura di Shared Accelerated Storage.

Per ulteriori informazioni su Pure Service Orchestrator, visitare il nostro sito.

Informazioni su Pure Storage

Pure Storage (NYSE: PSTG) supporta gli innovatori nel costruire un mondo migliore attraverso i dati. Le soluzioni Pure per i dati consentono alle aziende SaaS, ai Cloud Service Provider, ai clienti Enterprise e del settore pubblico di fornire dati protetti in tempo reale per alimentare le produzioni mission-critical, i DevOps e gli ambienti di Modern Analytics in un ambiente multi-cloud. Pure Storage, una delle aziende IT con la più rapida crescita nella storia, consente ai clienti di adottare rapidamente tecnologie di nuova generazione, tra cui intelligenza artificiale e machine learning, per massimizzare il valore dei propri dati e ottenere un vantaggio competitivo. Con performance nell’indice NPS certificate da Satmetrix, che la vedono classificata nel top 1% delle aziende B2B, Pure registra un numero sempre più ampio di clienti, che sono tra i più soddisfatti del mercato.

Rimani in contatto con Pure Storage:
Leggi il blog
Discuti su Twitter
Segui su Linkedin
FlashStack Solutions

Riconoscimenti dagli analisti
Gartner Magic Quadrant for Solid-State Arrays
IDC MarketScape for All-Flash Arrays

Pure Storage, il “P” Logo e l’Evergreen Storage sono marchi o marchi registrati di Pure Storage, Inc. Tutti gli altri marchi o nomi citati in questo documento sono di proprietà dei rispettivi proprietari.

VMware, vSphere, NSX, vRealize e Virtual Volumes sono marchi o marchi registrati da VMware, Inc. negli Stati Uniti e nelle altre giurisdizioni.

Per ulteriori informazioni:
Sound PR
Ilaria Sala / Lorenzo Turati
i.sala@soundpr.it/ l.turati@soundpr.it 
Tel. 02 205695.27
www.soundpr.it / www.facebook.com/SoundPR

Your Browser Is No Longer Supported!

Older browsers often represent security risks. In order to deliver the best possible experience when using our site, please update to any of these latest browsers.