Metro stretch cluster active/active reale

Cosa significa alzare il livello dello storage aziendale: Purity ActiveCluster si lascia alle spalle decenni di complessità e di costi elevati per assicurare la business continuity con l'offerta di un cluster realmente active/active semplice e integrato.

Zero RTO e RPO, nessun terzo sito

Ottieni zero RTO e RPO nel data center, metro area o a livello globale in modalità asincrona in tre data center con Purity ActiveCluster. Con Pure1™ Cloud Mediator non avrai bisogno di un terzo sito e la configurazione richiede solo pochi minuti. ActiveCluster è incluso in Purity//FA 5.

ActiveCluster: straordinariamente semplice e completamente incluso

Un metro stretch cluster active/active senza le tradizionali spese o complessità? Ora è possibile ed è incluso nel tuo abbonamento Evergreen®. Scopri di più.

ESG: ActiveCluster è semplice e trasparente

La società di analisi del mercato ESG ha sottoposto ActiveCluster a una serie di test sulla business continuity. I risultati hanno evidenziato che "Purity ActiveCluster elimina i limiti in termini di costi e complessità della business continuity, rendendola semplice, conveniente e dimostrabile per qualsiasi organizzazione ed eliminando così eventuali preoccupazioni per gli amministratori IT". 


Cosa significa, esattamente?

Pure Storage ActiveCluster è una soluzione di replica bidirezionale active/active completamente simmetrica che offre funzionalità di replica sincronizzata per zero RPO e failover trasparente automatico per zero RTO. ActiveCluster consente di utilizzare array in cluster e host distribuiti in più siti in configurazioni di data center active/active flessibili.

Business Continuity for Clustered Apps Business Continuity for Clustered Apps

Replica sincrona

Le scritture sono sincronizzate tra gli array e protette in NVRAM su entrambi gli array prima del riconoscimento degli host.

Active/active simmetrico

Consente di leggere e scrivere negli stessi volumi su ciascun lato del mirror, con riconoscimento dei siti host-to-array facoltativo.

Failover trasparente

Failover non disruptive automatico tra array e siti con ripristino e risincronizzazione automatici.

Non sono necessarie altre operazioni

Nessun terzo sito, nessun hardware extra e nessuna licenza software. Solo un semplice aggiornamento Purity non disruptive.


Performance ottimizzata, sempre disponibile

ActiveCluster utilizza un'impostazione di array preferita per assicurare che gli host dispongano della migliore performance possibile. In questo modo si assicura che le scritture dall'host utilizzino un solo round trip per essere replicate in maniera sincrona tra gli array e che le letture siano sempre servite dal percorso locale. Tuttavia, ActiveCluster consente ancora all'host di accedere ai dati direttamente dall'array remoto se l'array locale non fosse più disponibile.

ACTIVE/ACTIVE È FONDAMENTALE PER ACTIVECLUSTER

La progettazione active/active multisito è fondamentale per l'esperienza semplice di Purity ActiveCluster. Diversamente dalle implementazioni active/passive, ActiveCluster serve l'I/O su un dato volume da entrambi i siti simultaneamente. Non dovrai preoccuparti della complessità di gestire l'affinità a un sito di una macchina virtuale o dell'istanza di un database e la latenza delle applicazioni è ottimizzata con letture a livello locale.

Progettato per essere pratico e automatico

La gestione di un cluster stretch ActiveCluster è semplice come quella di un array singolo: è possibile eseguire operazioni come snapshot e clonazione su qualsiasi array, mantenendo comunque la sincronia di volumi e snapshot. I processi di failover sono trasparenti, mentre gli array si sincronizzano automaticamente.

ActiveCluster Stretch Cluster for Business Continuity ActiveCluster Stretch Cluster for Business Continuity

Inizia con solo quattro passaggi

I deployment di cluster stretch sono tradizionalmente percepiti come estremamente complessi. Basta guardare la lunghezza dei manuali di alcuni fornitori: 769 pagine; 1.360 pagine. Ma non deve per forza essere così. È possibile avviare ActiveCluster in pochi minuti, con solo quattro passaggi.

QUANTO È RAPIDA LA CONFIGURAZIONE DI PURITY ACTIVECLUSTER?

Il tempo di un caffè. Osserva l'intero processo di configurazione: bastano 7 minuti.

Alla base c'è Purity

ActiveCluster sfrutta funzionalità di snapshot e replica abilitate per la data reduction, semplici e integrate per offrire una replica sincrona e metro stretch cluster per i deployment mainstream aziendali.

CLOUD MEDIATOR CONSENTE UN FAILOVER SICURO

Purity ActiveCluster utilizza Pure1 Cloud Mediator, un quorum di controllo SaaS, che elimina la necessità di un terzo sito gestito dal cliente. I failover si verificano in modo sicuro, automatico e trasparente con standard timeout I/O degli host. Se si verifica un errore dell'array, Cloud Mediator assicura che gli host accedano ai dati sull'altro array.

La gestione è semplice come SaaS

Niente da installare onsite o da configurare e supportare, nessun componente hardware o software da mantenere e nessun aggiornamento con patch di sicurezza.

Automatico
Terzo sito

Un mediator integrato basato su cloud è intrinsecamente un dominio di malfunzionamento separato, non soggetto a errori umani.

Configurazione automatica

Gli array configurati per ActiveCluster verranno connessi automaticamente e utilizzeranno Pure1 Cloud Mediator.

La mediazione può essere passiva.

L'accesso continuo al mediator non è necessario per le normali operazioni di replica sincrona.


QUAL È IL PROCESSO DI FAILOVER DI ACTIVECLUSTER?

Se la comunicazione dell'array viene interrotta, entrambi gli array mettono in pausa le operazioni di I/O e inviano una query al mediator. Il primo array a raggiungere il mediator mantiene online i propri pod replicati in modo sincrono. Il secondo array deve smettere di fornire operazioni di I/O ai propri volumi replicati in modo sincrono al fine di evitare conflitti interni. L'intera attività avviene all'interno dei timeout di I/O standard dell'host per assicurare che per le applicazioni non si verifichi niente di più che una semplice pausa e ripresa delle operazioni di I/O.

La svolta

Che cosa ci ha reso leader nella classifica IDC MarketScape nel 2017?
Una strategia a prova di futuro che ci è valsa la reputazione di unico vendor di storage enterprise a offrire cluster stretch senza costi aggiuntivi. 

Featured Technology Partners

Benvenuto su Pure Storage!

I nostri esperti in storage sono qui per rispondere ai tuoi dubbi.

Entra in contatto con Pure Storage

Grazie per l'invio.

Ti contatteremo a breve.