Che cos'è la migrazione dei dati

Che cos'è la migrazione dei dati

In un mondo sempre più digitale, i dati sono la risorsa più preziosa per un'azienda. Sono indispensabili per gestire le transazioni con i clienti, raccogliere informazioni di business intelligence e far funzionare le app che semplificano la vita moderna. 

Ma i dati non rimangono immobili: crescono insieme all'azienda e si evolvono con le esigenze dei clienti. Con l'aumento dei clienti, aumentano anche il numero delle transazioni da elaborare e quello dei record anagrafici da conservare.

Che si tratti di aggiornare l'infrastruttura IT, trasferire dati a uno storage basato su cloud o implementare nuove funzionalità software, la migrazione dei dati costituisce un aspetto essenziale per la gestione di un'azienda moderna.

Ma che cos'è la migrazione dei dati?

Per migrazione dei dati si intende il trasferimento dei dati da una posizione di storage a un'altra. Questo processo include tutte le attività di pianificazione, mappatura, estrazione e formattazione necessarie al fine di consentire l'accesso ai dati nel nuovo ambiente di storage.

In genere, la migrazione dei dati viene eseguita in occasione di un aggiornamento dell'infrastruttura IT, per adattarli alla nuova capacità di storage, ai nuovi workload applicativi o alle nuove norme di sicurezza. Può trattarsi di un semplice spostamento manuale di file tra cartelle e dischi, o di un complesso forklift upgrade al nuovo hardware server di un data center.

Poiché l'agilità di business è strettamente legata alla mobilità dei dati, la migrazione dei dati gioca un ruolo chiave nell'aggiornamento dell'hardware o delle applicazioni legacy, oltre che nelle operazioni di migrazione al cloud.

Prova FlashBlade attraverso il nostro Test Drive

Nessun hardware, nessuna configurazione, nessun costo: nessun problema. Prova l'esperienza di un'istanza self-service di Pure1® per gestire Pure FlashBlade™, la soluzione più avanzata del settore che offre file e object storage native scale-out.

Provalo subito

Che cos'è il processo ETL e come funziona?

Dopo la migrazione iniziale dall'hardware legacy alla nuova infrastruttura, in un'azienda moderna i dati devono spostarsi all'interno dell'infrastruttura.  

L'acronimo ETL (Extract, Transform, and Load - Estrazione, trasformazione e caricamento) si riferisce a un processo Big Data Analytics che consente di definire pipeline ETL automatizzate per l'elaborazione ordinaria dei Big Data da utilizzare nelle applicazioni. Ecco come funziona:

  1. Estrazione: i dati vengono innanzitutto estratti dalla relativa origine, che può essere costituita da uno o più database.
  2. Trasformazione: i dati vengono compilati e convertiti in codice SQL (Structured Query Language) leggibile dal database di destinazione.
  3. Caricamento: dopo la conversione, i dati vengono caricati nella nuova origine, dove sostituiscono o si integrano con il sistema di destinazione.

Il processo ETL costituisce solo un esempio dei vari metodi a disposizione delle aziende per spostare velocemente grandi volumi di dati da una posizione all'altra, per supportare le operazioni e i workload applicativi quotidiani. Per mantenersi agili e sempre a disposizione dei propri clienti, le aziende devono investire in soluzioni on-premise e cloud che garantiscano una mobilità continuativa dei dati fra i diversi ambienti. 

Problematiche tipiche della migrazione dei dati

La sicurezza dei dati deve essere garantita dal momento dell'estrazione iniziale al deployment finale nell'origine dati di destinazione. Metodi inappropriati di estrazione o trasferimento rischiano di danneggiare i dati di sistema. Allo stesso modo, un guasto dell'infrastruttura IT o un incidente, come un blackout o un attacco informatico, costituisce una grave minaccia per il database. Di conseguenza, prima di eseguire una migrazione dei dati è fondamentale predisporre un piano di disaster recovery.

Anche la compatibilità fra le due origini può costituire un problema. Il codice SQL dell'origine dati di provenienza può essere diverso da quello dell'origine dati di destinazione. Questo accade solitamente durante la migrazione di due applicazioni eseguite da due sistemi diversi e, prima di effettuare il processo di migrazione, è necessario convertire i dati in un linguaggio compatibile.

Il sito web di un'azienda può anche subire un downtime durante il processo di migrazione dei dati. Per downtime si intende un problema che impedisce di accedere al data center da Internet. Nel caso di una migrazione dei dati, durante il caricamento dei dati nell'origine dati di destinazione il sistema potrebbe risultare inaccessibile, ma questa inaccessibilità spesso si traduce in una perdita di clienti o di opportunità di business.

Evitare gli ostacoli della migrazione dei dati

Prima di eseguire una migrazione dei dati occorre prepararsi adeguatamente. Per garantire il successo dell'operazione, è importante studiare a fondo i database di origine e la tecnologia di migrazione. Verificando una seconda volta la possibilità di trasferire correttamente i dati, è possibile garantire una transizione continuativa dalla vecchia origine dati a quella nuova. È importante anche contattare i clienti e i partner commerciali per informarli della possibilità di un downtime.

Esistono diversi metodi che puoi utilizzare per prevenire i downtime e mantenere in funzione il sito web durante la migrazione dei dati. Ad esempio, un deployment zero downtime permette di continuare ad accedere al database originale fino al completamento della migrazione. Anche le tecniche di migrazione dello schema (in cui gli aggiornamenti vengono caricati in modo incrementale per evitare i downtime) e l'hybrid cloud (storage cloud accessibile da due entità diverse) possono garantire l'accesso continuo dei clienti durante la migrazione dei dati.

Dopo il trasferimento dei dati e il deployment delle informazioni, è essenziale verificare che la migrazione sia stata completata correttamente. Occorre pertanto assicurarsi che il database sia perfettamente operativo, prima di modificare o cancellare l'origine dati iniziale. In caso di complicazioni o danneggiamento delle informazioni è necessario tornare indietro e risolvere i problemi prima di procedere.

Semplificare la migrazione dei dati con Pure Storage

Pure Storage semplifica il processo di migrazione dei dati con un aggiornamento non disruptive ai nuovi controller, host esterni, connessioni agli array interni, dischi a stato solido (SSD, Solid-State Disk) e altri componenti. Pure offre una soluzione hybrid cloud che riduce al minimo i downtime, per semplificare la conversione e proteggere i dati. Dalla preparazione alla convalida, in ogni singolo passo del percorso Pure rimane completamente a disposizione della tua azienda e dei suoi dati.

800-379-7873 +44 2039741869 +43 720882474 +32 (0) 7 84 80 560 +33 1 83 76 42 54 +49 89 12089253 +353 1 485 4307 +39 02 9475 9422 +31 202457440 +46850541356 +45 2856 6610 +47 2195 4481 +351 210 006 108 +966112118066 +27 87551 7857 +34 51 889 8963 +41 43 505 28 17 +90 850 390 21 64 +971 4 5513176 +7 916 716 7308 +65 3158 0960 +603 2298 7123 +66 (0) 2624 0641 +84 43267 3630 +62 21235 84628 +852 3750 7835 +82 2 6001-3330 +886 2 8729 2111 +61 1800 983 289 +64 21 536 736 +55 11 2655-7370 +52 55 9171-1375 +56 2 2368-4581 +57 1 383-2387 +48 22 343 36 49
Il browser che stai usando non è più supportato.

I browser non aggiornati spesso comportano rischi per la sicurezza. Per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito, ti invitiamo ad aggiornare il browser alla versione più recente.